Il Natale è alle porte ormai, e come ogni anno i paesi e le città si preparano all’evento. Dopo avervi portato a Roma, a Verona e in Toscana, oggi andiamo a scoprire Gubbio e i suoi preparativi al Natale.

Passeggiando per le vie si respira la storia, i vicoli fanno da cornice ad attimi speciali, la grande piazza apre una visuale sulla verde terra umbra. Tutto questo sotto Natale è arricchito dalle luci e dai mercatini che vengono allestiti per la città. Un gioiello medievale che si agghinda per le feste.

gubbionatale

Piste di pattinaggio, mercatini, il villaggio di Babbo Natale e per finire il maestoso albero di Natale, il più grande del mondo, che illumina con le sue luci il monte Ingino sul quale è adagiato dal 7 dicembre al 10 gennaio di ogni anno.

albero-natale

Tanti gli eventi per questo Natale, come riportato sul portale Gubbionatale.it, la festa inizierà già dal 20 novembre e si protrarrà fino al 10 gennaio 2017. Il presepe vivente arricchirà la magia, così come la fabbrica di Babbo Natale che allieterà i più piccoli con tanti laboratori.

La bella piazza Grande, che ospita il grande e bellissimo Palazzo dei Consoli, testimonianza del Medioevo arrivata fino ai giorni nostri, e il palazzo Ducale sono assolutamente da visitare se volete respirare la storia e godere di una bellissima vista.

gubbio_-_palazzo_dei_consoli

Se vi sentite avventurosi, non perdete un giro in funivia, la quale vi porterà fino alla cima del monte Ingino. Attenzione se soffrite di vertigini, la funivia ospita massimo due persone ed è una piccola gabbietta semichiusa che vi permetterà di provare la sensazione di “volare” tra i boschi. Se andate per Natale è probabile che troviate un po’ di neve sulla cima del monte.

Il Teatro Romano del I secolo a.C. si trova poco fuori Gubbio in un grande e verde prato. Passate anche sotto al bel loggiato e fermatevi a prendere un the caldo o la caratteristica crescia al panaro gustandovi una bella e saporita pausa.

gubbio-anfiteatro-e-cittadella-1856x800

Una piccola curiosità, riguarda la patente dei matti. Si, avete capito bene, potrete prenderla recandovi a piazza del Bargello dove troverete la fontana dei matti, proprio lì, in presenza di un abitante doc di Gubbio dovrete fare tre giri intorno alla bella fonte d’acqua e vi sarete aggiudicati la patente, oltre che la cittadinanza eugubina. La tradizione risale al 1880 e si rifà ai giri veloci intorno al pennone di piazza Grande (le birate) durante la caratteristica Festa di Ceri.

fontana

La magia del Natale e la bellezza di questa città sono solo due dei tanti motivi per i quali non si può perdere la visita di questa meravigliosa cittadina. E voi che fate, ci andate?

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *