Il Natale è vicino e noi di My Take It, in questo freddo ma soleggiato pomeriggio di metà dicembre vi portiamo a Viterbo per scoprire insieme il Caffeina Christmas Village. Renne, decorazioni e luci arricchiscono lo scenario già fantastico di Viterbo.

L’aria del Natale arriva fresca facendo tornare tutti un po’ bambini: la casa di Babbo Natale, una piccola fonte termale, renne e gnomi che regaleranno ai più piccoli tanta gioia e allegria. Non mancano di certo i mercatini di Natale, nelle piccole casette di legno infatti, si potranno degustare prodotti tipici della Tuscia o provenienti da tutta Italia. Vi siete scordati qualche regalo di Natale? Beh, qui potrete trovarlo, sono tanti infatti gli artigiani che espongono le loro creazioni nella magica atmosfera natalizia.

Potrete visitare la casa di Babbo Natale, i più piccoli potranno conoscerlo e scambiare due chiacchiere con lui, visitare la sua cucina o il suo studio e dopo aver preso un delizioso biscotto, potrete procedere alla visita della Posta dei bambini, dove vi verrà mostrato cosa c’è dietro le quinte dello smistamento delle letterine arrivate a Babbo Natale.

La fabbrica di cioccolato renderà più dolce l’attesa del Natale, potrete perdervi in questa meravigliosa fonte di dolcezza tra sculture di cioccolato e souvenir dolcissimi. Ai più piccoli consigliamo di entrare nella Casa degli elfi per vedere quelle strambe costruzioni e scoprire se l’elfo che vi ospiterà vi farà uno scherzetto o sarà buono con voi e dopo passare per la Fabbrica dei giocattoli dove tantissimi elfi lavorano per far avere ad ogni bambino il suo giocattolo di Natale, i più piccoli infatti potranno vedere come nasce un giocattolo e costruire insieme all’elfo un gioco personalizzato nuovo di zecca. A proposito di Zecca!! Non perdete la banca dello zecchiere dove imparerete a coniare una moneta e potrete riceverne una personalizzata! Fiabe e filastrocche renderanno l’atmosfera magica nel teatro incantato, dove ci saranno spettacoli per tutta la famiglia.

Ma l’atmosfera natalizia a Viterbo non finisce qui, il lago ghiacciato è il posto ideale per sfrecciare su pattini e volteggiare nella magia del Natale, se vi stancate troppo potrete rilassarvi alle terme del Bagnaccio una piccola e incantevole ricostruzione delle note terme viterbesi.

Dovete sapere che a Viterbo c’è il presepe coperto più grande del mondo, a grandezza naturale per rivivere il medioevo in una suggestiva rappresentazione. Particolarissima è la visita ai sotterranei della città, con 3 euro potrete tuffarvi nella storia in un percorso che vi resterà nel cuore.

L’ingresso al Caffeina Christmas Village è gratuito, mentre per visitare le attrazioni come la casa di Babbo Natale o il Teatro incantato si dovrà fare un biglietto di 12 euro che permetterà di vedere tutto, compreso il presepe (che da solo costa 5 euro) o uno di 7 euro che comprende solamente le attrazioni del villaggio.

Viterbo quindi si illumina e si fa bella per le feste, anche se le basta poco poiché sa regalare bellezza a chi la guarda durante tutto l’anno. Le antiche vie che si snodano per il centro, la meravigliosa piazza San Lorenzo, con il famoso Palazzo dei Papi è una delle attrazioni più belle e conosciute di Viterbo insieme all’adiacente Loggia delle Benedizioni (o loggia dei Papi) costruita nel 1267.

Dopo aver salito le scale che portano alla loggia, vi accorgerete definitivamente di quanta bellezza può offrire Viterbo al turista. Anche il Duomo è un’attrazione da non perdere. Una dedica speciale, la merita il quartiere medievale di San Pellegrino, dove la storia è trasferita nelle antiche mura e nei piccoli e caratteristici vicoli. Tante persone, nei diversi anni sono passate in questi vicoli che trasudano storia, regalandoci oggi una testimonianza dell’architettura medioevale a Viterbo.

Noterete delle particolarissime scale che portano al pianerottolo di accesso delle case, si chiamano profferli e caratterizzano il quartiere insieme alle case ponte. I profferli sono tipici dell’architettura medievale del Lazio in quel periodo. Le case sono costruite con il tufo e hanno un piano o al massimo due.

Le case torri, tipiche del medioevo si incastrano perfettamente tra le piccole vie. Lo sguardo si perde tra le case ponte, ossia due edifici collegati tra loro al secondo piano. Queste ultime  creano un gioco di luci e ombre fantastico rendendo l’atmosfera ancora più unica. Tra i vicoli e le torri che silenziose portano il peso dei secoli, arriviamo alla chiesa di San Pellegrino, anche questa antichissima e al Palazzo degli Alessandri.

Se questo weekend non avete ancora deciso cosa fare, Viterbo potrebbe essere un’ottima idea per una gita natalizia fuori porta: il villaggio di Natale, la storia e tanto divertimento per tutti!

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *