Situata nel cuore verde d’Italia, nella bella Umbria, Bevagna regala fascino e storia al visitatore che percorre le sue vie. Per le piccole e curate stradine cariche di storia, potrete respirare il medioevo in tutto il suo splendore. Non è solo l’architettura infatti, a sussurrare la storia di un’epoca lontana ma è anche l’impegno che i cittadini stessi di Bevagna mettono per permettere al visitatore di guardare con i propri occhi un’antica bottega riprodotta alla perfezione.

Per le vie del paese infatti, sono sparse alcune antiche attività come la cartiera, la spezieria ecc ecc. Entrando al loro interno verrete immersi nella storia, quella che apparentemente sembra una normale bottega, è in realtà  la culla di un’antica arte. Il proprietario della cartiera, una persona davvero cordiale che sa trasmettere la sua passione, vi accompagnerà per mostrarvi come veniva fatta la carta nel Medioevo. Potrete toccare con mano, guardare, imparare tutto sul foglio di carta sul quale ogni giorno scrivete.

Ma non finisce qui, un’antica spezieria e il suo speziale vi aspettano per mostrarvi tutti i rimedi naturali che venivano usati un tempo, quando le medicine ancora non esistevano. Tra veleni, erbe officinali e fiori verrete risucchiati in un vortice di odori che vi farà apprezzare e conoscere molte cose che molto spesso ignoriamo.

Queste sono le uniche due botteghe che ho trovato aperte quando sono stata a Bevagna, ma se vi informate prima potrete visitare (sempre gratuitamente) anche il luogo di lavoro dello zecchiere, la tintoria e molte altre botteghe medievali. Visitare Bevagna è fare un tuffo nel passato, è essere coinvolti nella storia, è toccare con mano l’impalpabile scia del tempo che passa, è sentire l’odore dei secoli. A tal fine, ogni anno, in questa splendida cittadina viene organizzato il Mercato delle Gaite, un evento forse unico al mondo.

È un ritorno al medioevo curato nei minimi dettagli, in quelle giornate il paese vive senza luci elettriche, si mangiano i piatti tipici dell’epoca, si partecipa attivamente alla vita del pieno periodo medioevale. Ogni anno, nelle ultime due settimane di giugno le quattro Gaite (quartieri) di Bevagna si sfidano in questa manifestazione che riporta la cittadina all’antico splendore, e potrete vedere con i vostri occhi come si svolgeva la vita quotidiana tra il 1250 e il 1350. Un evento che ha ricevuto tantissimi elogi e riconoscimenti proprio per la veridicità dal punto di vista storico delle cose mostrate.

Ma Bevagna non è solo storia, è anche bellezza. Entrando da Porta Foligno, dopo aver percorso il lungo e bellissimo corso si arriva in una delle piazze medioevali più belle dell’Umbria: piazza Silvestri. Qui, Palazzo dei Consoli, la chiesa di San Silvestro e quella di San Michele incorniciano la grande piazza con la fontana al centro lasciando il turista di stucco.

Bevagna è un paesino che merita una visita, se riuscite andate nel periodo del Mercato delle Gaite, ma se non volete aspettare fino a giugno vale la pena andarci anche al di fuori della manifestazione, poiché è bella in ogni periodo dell’anno.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *