Voglia di staccare? Voglia di una vacanza senza però volerti allontanare chissà dove? Magari vuoi metterci anche un bel mare ma non vuoi rimanere in Italia,aggiungici pure che non vuoi spendere tanto perché magari sei limitato con il budget.

Ecco, oggi vi parliamo di un posto che in questi ultimi anni si è aperto al turismo in modo importante e che sta registrando anno dopo anno numeri da record.

Stiamo parlando del Montenegro con il suo patrimonio storico, artistico assolutamente straordinario, con la sua natura bella e rigogliosa protetta totalmente dall’UNESCO.

Poche ore di traghetto separano l’Italia da questo piccolo paradiso, il collegamento diretto dall’aeroporto di Milano a l’aeropoto di Podgorica con Wizz Air, oppure da Fiumicino con Alitalia per Podgorica.

Si può anche decidere di atterrare direttamente sulla costa adriatica montenegrina, scegliendo l’aeroporto di Tivat con le compagnie di Alitalia, AirSerbia o Montenegro Airlines passando per lo scalo di Belgrado.

La costa montenegrina è lunga 300km e si estende dall’entrata del golfo delle stupefacenti bocche di Cattaro, (Croazia) fino ad arrivare nel bellissimo litorale dello stato Albanese, (località di cui parleremo nei prossimi articoli).

La costa montenegrina è considerata una dei più bei tratti dell’Adriatico con i suoi numerosi promontori, le sue bellissime baie e le sue isolette. Le montagne montenegrine si innalzano come un muro sopra il suo mare e le stesse caratterizzano l’interno di tutto il paese.  Da qui si origina il nome dell’area geografica “Montenegro”.

Il Montenegro è stato ufficializzato dall’Unesco come primo Stato ecologico al mondo e lo stesso governo punta sempre più ad un turismo sostenibile, rispettoso dell’ambiente naturale. La bellezza di questo territorio merita veramente un livello di attenzione elevato e non stupisce neanche la presenza di ben quattro parchi nazionali: Durmitor, Biogradska gora, Lago di Scutari, Monte Lovčen

Qui i territori e mete turistiche da non perdere se si va in Montenegro. Tempo suggerito 6 giorni girandolo con una macchina.

  • Bocche di Cattaro — Questa baia è considerata una delle più belle baie d’Europa a dimostrarlo il fatto che è stata inserita tra i siti protetti dall’UNESCO. Include le città di Perasto e Cattaro (Kotor) oltre ad alcune tipiche città mediterranee.
  • Riviera di Budua — La principale meta turistica con: belle spiagge, villaggi storici e sfrenata vita notturna.
  • Montenegro centrale — Questo è il cuore del paese che comprende l’attuale capitale Podgorica, la capitale storica Cettigne (Cetinje) e il centro industriale Nikšić. È anche sede di bellezze natuali come il Parco nazionale del lago di Scutari (Skadar Lake National Park) e Parco nazionale di Lovćen (Lovćen National Park).
  • Costa meridionale del Montenegro — La costa mediterranea intorno alle città di Antivari (Bar) e Dulcigno (Ulcinj), quest’ultima con maggioranza albanese.
  • Montenegro settentrionale — Interamente situata sulle Alpi Dinariche, famose per la loro natura immacolata. Da non perdere il canyon del fiume Tara nel Parco nazionale Durmitor.

Žabljak è la capitale montenegrina per quanto riguarda gli sport invernali.

Spero con questo articolo di avervi messo quel senso di: “Ok sarà il mio prossimo viaggio!”

Vi abbraccio tutti,

Tiziano

 

Jaz beach - Montenegro

Kotor

Budva

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *