Un sabato qualunque passato a Los Angeles: gita di un giorno nella città degli angeli, alla scoperta dei luoghi imperdibili.

Come quando hai sempre visto certe cose solo nei film o ne hai sempre sentito parlare da qualcuno più fortunato di te. Come quando la notte degli Oscar resti sveglia per goderti lo spettacolo, sul divano, con tua madre anche se l’indomani hai da lavorare. Quando la tua serie preferita da teenager è Beverly Hills e a 14 anni avresti pagato oro per essere Brenda Walsh.

Non ci avrei mai creduto. Se l’anno scorso di questo periodo mi avessero detto che avrei vissuto qui, non ci avrei creduto . Così, in un sabato mattina qualunque salgo in auto e decido di andare a trascorrere la giornata a Los Angeles. Tre ragazze di nazionalità diverse, in comune lo stesso lavoro e l’esperienza di mollare tutto e venire in suolo americano. Un’ora e mezza sulla famosa Freeway 5 e siamo arrivate sulla Walk of fame, la famosa strada con le stelle ed i nomi più importanti di Hollywood.

A spasso sulla Walk of Fame

Quasi gira la testa a guardare a terra per così tanto tempo, cercando di non farti sfuggire nessun nome. Il prossimo potrebbe essere quello del tuo attore, cantante, regista preferito. Io sarò stata un’ora con gli occhi puntati in basso alla ricerca della stella con Leonardo Di Caprio ma, indovinate un pò, Leo non ha la sua stella. A questo punto non so se sia più sfigata io, che sono stata un’infinità a cercare il suo nome o lui, poverino, che nessuno gli regala mai niente. Per l’Oscar ha dovuto aspettare 20 anni, forse la stella sulla Walk of Fame glie la daranno dopo morto. Staremo a vedere.

Per chi viene a LA per la prima volta una passeggiata qui è d’obbligo. Sia perché si tratta di una delle strade più celebri del mondo ma anche perché sono molte le attrazioni che potrebbero interessarvi. Gli amanti del cinema e di Hollywood potranno coronare il sogno di entrare nel Dolby Theatre, dove annualmente dal 2002, si riuniscono artisti da tutto il mondo e vengono consegnate le celebri statuette d’oro.

Altro punto nevralgico sulla Walk of fame è il TLC Chinese Theatre. Famoso cinema di Hollywood caratterizzato dalla peculiarità di avere blocchi di cemento all’entrata con le impronte e le firme dei personaggi principali del mondo dello spettacolo dal 1920 fino ai giorni nostri.

Cos’altro troviamo sulla Walk of fame a Los Angeles 

Numerosi ed immancabili sono i negozi di Souvenir, dove potete trovare differenti idee regalo per voi o per i vostri cari a 5$ l’uno. Il prezzo non è male e potete scegliere tra un vasto assortimento di gadget, abbigliamento e accessori. Io sono tornata a casa con una miniatura della scritta Hollywood. Adesso la mia camera da letto ha un tocco da diva che, Angelina Jolie per favore spostati.

Inoltre sulla Walk of Fame avete la possibilità di visitare differenti musei, tra cui Madame Tussauds, uno dei più riconosciuti musei delle cere. Così se non incrocerete la vostra star del cuore potrete sempre fingere e scattare una foto con una delle tante realistiche ricostruzioni, proprio come ho fatto io con Zac Efron.

Los Angeles e i suoi agglomerati urbani.

Los Angeles non è il tipo di metropoli che non si può visitare spostandosi a piedi o con i mezzi. Si tratta di diversi agglomerati urbani, a volte distanti tra loro anche 20 minuti in auto. Io ho deciso di acquistare il tour guidato e in un solo giorno sono riuscita a vedere Beverly Hills. Le principali strade della città come Hollywood Boulevard, Sunset Boulevard, Rodeo drive e le case dei personaggi famosi. Quest’ultima non è sicuramente una delle cose più interessanti da fare ma la sensazione di potersi infilare nella vita delle Star, quando si è qui, è inevitabile. Le abitazioni le ho viste solo dall’esterno, per lo più solo muri interminabili e siepi molto alte. Per esempio, della super villa di Justin Timberlake la sola cosa visibile sono stati una ventina di bidoni della spazzatura messi in fila, esposti come a dire “io me la godo e faccio festa tutte le notti, al contrario di voi poracci che pagate per (non) vedere la mia super villa”.

Se può interessarvi una soluzione come questa, vi basterà passeggiare sulla Walk of fame per trovare il tour guidato che fa per voi. Lo consiglio se avete poco tempo a disposizione e cercate una soluzione per vedere i punti salienti della città in modo poco dispendioso (ve la cavate con meno di 30$).

 

Cos’altro vedere a Los Angeles 

Assolutamente da vedere a Los Angeles è la scultura “Urban Light”. Un labirinto di luci nel bel mezzo della città. Chi ha visto il film “Amici, amanti e” ricorderà la scena in cui Aston Kutcher regala a Natalie Portman un mazzo di carote, invece che di fiori. Questa scena mi è rimasta impressa non solo per il gesto ma anche per la magia di questo gioco di luci che ne fa da cornice. Dato che nella mia lista dei desideri, attualmente, ci sono più luoghi che oggetti, non potevo evitare di farci un salto.

Tirando le somme credo che LA sia l’emblema del sogno, del successo, dello sfarzo. Puoi toccare con mano e vedere con gli occhi ciò che dal divano di casa non sembra esistere sul serio. Si respira l’aria dei soldi, la celebrazione di chi ce l’ha fatta. Credo di aver visto più Ferrari in un solo giorno a Los Angeles che in tutta la mia vita.

Il luccichio delle star hollywoodiane e delle case favolose finisce nel momento in cui riconosci la povertà accanto alle stelle piantate nel cemento. Ti accorgi che il numero dei senzatetto è direttamente proporzionale a quello delle Ferrari e che la città emblema del cinema finisce per essere il set di un film. Nel quale la star principale non è altro che la sua stessa rappresentazione, contraddittoria e ben diversa dalla realtà che la circonda.

C’è cosi tanto ancora di cui bisognerebbe parlare perchè è una città per adulti e bambini.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *