Non tutti la conoscerete ed è per questo che oggi vi portiamo in viaggio in Georgia alla scoperta della sua capitale Tbilisi.

La Georgia è un piccolo stato di cui nessuno parla mai. Lo troviamo confinato alla fine dell’Europa e all’inizio dell’Asia proprio sulle rive del Mar Nero. Questo stato non è grandissimo, anzi è molto piccolino tanto che la sua capitale Tbilisi ne occupa la maggior parte del territorio. Non sentiamo mai parlare di queste zone del nostro pianeta ma anche qui c’è molto da scoprire e conoscere, sopratutto perchè è una cultura completamente differente dalla nostra e che non conosciamo.

Questa regione si trova in una situazione un pò particolare sia civilmente che economicamente e la sua capitale ne rispecchia in pieno questa caratteristica. Potremmo infatti suddividere Tbilisi in due perfette metà una che la vede povera, antica e quasi del tutto abbandonata. Qui le persone vivono di povertà ed il mondo è come se si fosse fermato in un punto del passato e mai più andato avanti. Dall’altra parte invece vediamo l’economia sfrenata, i grattacieli, gli edifici di ultima generazione che persino qui a Roma ci sogniamo e tutti vivono di lusso sfrenato e comodità pazzesche.

Siete pronti perciò a scoprire le due facce di questa capitale?

Andiamo alla scoperta di ogni singolo pezzo di storia e di attualità di una città dimenticata dal mondo.

La città vecchia

Se bene questo lato di Tbilisi rappresenti la povertà, se vi trovate a viaggiare in questa città una passeggiata da questo lato è pienamente consigliato. Camminando tra le stradine, i negozi ed i banchi verrete a contatto con la vera essenza di questa città. Scoprirete come questa cittadina è stata fin dai tempi dei tempi influenzata da un mix di culture e stili artistici differenti. Nonostante sia in decadenza e completamente abbandonata a se stessa, dalla sua architettura è ancora possibile percepire tutto questo flusso di differenti culture. Vi ritroverete davanti ad uno stile magari più italiano e ad un altro magari più asiatico o ancora più pendente verso quello russo. Avrete anche modo di vedere il periodo d’oro di Tbisili bloccato e frenato poi dal regime sovietico, ma i segni sono ancora evidenti all’interno degli ornamenti della sua architettura.

Il mercato di Ponte Secco

Altro punto importante storico e culturale della città è il mercato di Ponte Secco. Qui ogni mattina viene organizzato un mercatino delle pulci e troverete in vendita di tutto dal gioco usato all’argenteria, dalle opere degli artisti locali ai souvenir più particolari. Tutto è rigorosamente vintage e antico perfetto perciò per trovare un qualcosa da portare a casa con se che conservi il ricordo di una città tanto particolare.

Le gallerie d’arte

Qui l’arte è di casa, i georgiani vivono di essa e se entrerete nel centro storico ve ne accorgerete. Buona parte delle vie è dedicata agli artisti, con differenti gallerie d’arte dove è possibile acquistare pezzi ed opere di ogni genere. Se non volete acquistare nulla va bene lo stesso. Una passeggiata immersi nell’arte contemporanea e passata vi aiuterà a capire meglio questa cultura a noi cosi estranea.

 

Il quartiere modaiolo

Altro punto importante della città è il quartiere dedicato alla moda. Come per l’arte anche la moda è vitale in Georgia, anzi negli ultimi anni è sempre in crescita tanto che brand importanti del calibro di Mercedes Benz hanno scelto di diventare gli sponsor ufficiali della fashion week Tbisili. Gli stilisti georgiani ce la mettono tutta e grazie alla loro creatività, la loro moda e il loro stile sta pian piano abbandonando le linee di confine per arrivare in ogni parte del mondo. Ci si augura che la loro fashion week possa diventare importante quanto le altre e che finalmente anche loro possano avere il loro momento di gloria. All’interno di questo quartiere vi sarà possibile conoscere le boutique più famose, fare shopping e magari beccare qualche stilista che sta creando la sua ultima opera.

Via Rustaveli

In questa via vi sarà possibile vedere alcuni dei monumenti più importanti della capitale. Troviamo infatti il Palazzo del Vicere Russo, l’Opera e il Parlamento. Nonostante la sua lunghezza vi consigliamo di proseguirla a piedi cosi da non perdervi nulla. Su tutta la via è possibile inoltre trovare bar e ristoranti che offrono anche pietanze tipiche, in caso vi venga una certa fame.

Quartiere di Avlabari

Il quartiere religioso di questa città. Qui sono racchiuse le più importanti e maestose chiese di tutta Tbilisi. La particolarità maggiore, e ve ne accorgerete subito, sarà vedere come ogni chiesa seppur maestosa si distingua dall’altra per architettura e stile che sono completamente differenti. Qui troviamo chiese cattoliche, ortodosse, sinagoghe, moschee e un tempio zoroastrico un altro segno evidente di come la Georgia sia una nazione dalla multicultura.

Fortezza di Narikala

La Fortezza di Narikala è sicuramente il punto più imponente della città. Da qui è possibile vedere tutta la città dall’alto con un meraviglioso panorama di sottofondo. L’edificio risale al IV secolo e lo troviamo proprio a ridosso del fiume.

Le terme e l’acque sulfuree

Famosissime in tutto l’Oriente sono le terme di Tbilisi grazie alle proprietà particolari delle sue acquee, se volete perciò concedervi un pò di relax un salto alle terme non potete saltarlo.

 

Questa città ha veramente moltissimo da offrire e sicuramente la sua rinascita si sta facendo sentire un pò in tutto il mondo. Dispiace però sapere che ancora ad oggi nonostante ci sia chi fa tanto per ridare estro alla città ci sia chi invece continua a denigrarla e a rovinarla. Proprio per queste ultime ragioni su ogni guida per questa città che vi troverete davanti  vi verrà consigliato vivamente di muovervi sempre o a piedi o in taxi, stabilendo prima di salire la tariffa che andrete a pagare. Viene quasi obbligatoriamente sconsigliato l’utilizzo della metropolitana e dei bus che ci sono a disposizione perchè considerati pericolosi.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *