Mariagrazia ci porta alla scoperta di Anzio.

 

Nell’antichità terreno di colonizzazioni, invidie e guerre fino ai giorni di Nerone. Eh si, proprio l’imperatore autore del più grande incendio romano, è artefice del ritrovato splendore di Anzio che la mitologia vuole creatura di Anteo, figlio di Ulisse e della Maga Circe.
Nativo di Anzio è Nerone, a far costruire quello che ancora oggi è l’attrattiva principale del paese il porto neroniano. Si narra che proprio dalla sontuosa Villa che fece edificare, guardò Roma bruciare.


Oggi Anzio è una cittadina navale molto utilizzata dai romani per le vacanze marittime.

Ma anche per una passeggiata sul lungomare del porto ricco di locali. Il pesce è fornito dalle piccole imbarcazioni che giornalmente sbarcano il pescato. Non dimentico che ad Anzio, da 150 anni, c’è la più antica fabbrica d’Italia per la preparazione delle sardine, ahahah!!! Non potete andarvene da Anzio senza gustare e magari portarvi a casa un cadeau di Sardine Pollastrini di Anzio, quelle al pomodoro sono una vera delizia!


Sapete …

Una passeggiata a Tor Caldara vi farà rivivere l’era in cui Anzio dormì quasi sommersa dalla vegetazione. Oggi una piccola riserva con una torre eretta nel cinquecento per l’avvistamento dei pirati saraceni che fa la guardia alle dune fossili frequentate dai Gruccioni e all’intrico della macchia mediterranea.

 

Cosa vedere?

  • Questa città presenta una costruzione molto moderna, ma se ci perdiamo tra le sue vie possiamo arrivare al cuore della città dove troveremo il centro storico ancora intatto nonostante il tempo. Tra i siti importanti troviamo la Chiesa di Santa Teresa del Bambino Gesù e la Chiesa di Sant’Antonio
  • il cimitero inglese, situato poco fuori al centro abitato.
  • Tra le importanti attrazioni turistiche troviamo inoltre Villa Albani, Villa Adele e Villa Sarsina.
  • Tra i siti archeologici più importanti troviamo la villa di Nerone, di grande fama a livello storico e culturale ma che ancora non è stata individuata del tutto, di fatti si suppone che la villa fosse eretta in quello che viene chiamato Arco Muto.
  • Un altro punto di interesse è sicuramente la piazza centrale in città dove troveremo la Chiesa dei Santissimi Pio e Antonio.

Nonostante non viene molto spesso citata dalle guide turistiche, Anzio rimane un ottima meta preferita dai romani come località marittima a pochi chilometri da Roma.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *