Mariagrazia ci porta alla scoperta delle attrattive di Cefalù.

Uno dei borghi più belli d’Italia, ma chissà … forse perché anch’essa fu dominata dai Romani o forse perché la pesca è dominante anche in questo luogo. Percorro le vie del borgo fino ad arrivare al Duomo , (Patrimonio Unesco dal 2015, con dei bellissimi mosaici bizantini) mi stupisce come sembri più un fortezza che una chiesa.

Cefalù del resto è ancora circondata da una cinta muraria megalitica, romantica l’idea che una porta in questa cinta sbocchi in spiaggia. Porta Marina, trasposizione del vischio, per cui baciarsi sotto di essa è di buon auspicio ahahahah!
Proseguendo arrivo in un curioso cortile con ancora le vecchie vasche per lavare i panni, sapete l’acqua arriva direttamente dal fiume Cefalino, l’insegna all’ingresso recita. “ … più salubre di qualunque altro fiume, più puro dell’argento, più freddo della neve…” .

La leggenda narra che il fiume altro non sia che le lacrime di una ninfa versate a pentimento dell’uccisione del suo amato.

Tante sono le bellezze più o meno nascoste di Cefalù, ma ora vado a godermi le sue spiagge e questo favoloso mare, con una succulenta arancina di carne (polpette a base di riso, polpa di carne di maiale e di vitello, uova e piselli fritte in padella), gnammete!

Cosa vedere a Cefalù?

Questa città è molto antica e si ipotizza che sia stata creata 1000 anni avanti Cristo, anche se le sue prime colonie le vide solamente nel V secolo a.C. e per mano dei Greci. Grazie all’influenza che ha subito negli anni dalle differenti nazioni ha ottenuto un patrimonio artistico culturale imperdibile. Ecco perciò cosa non può assolutamente mancare in una visita a questa città:

  • Duomo costruito da Ruggero II e dove ancora ad oggi si trovano le sue spoie e quelle di sua moglie.

  • Il Tempio di Diana, situato su una rocca alle spalle del Duomo.

  • Torre Caldura, o almeno i suoi resti che per anni è stata fondamentale per l’avvistamento dei nemici vicini. Da qui, esattamente da questo punto è possibile godere di un panorama unico e mozzafiato che comprende tutto il Tirreno.
  • Il Teatro Comunale in cui girarono alcune scene del film ” Nuovo Cinema Paradiso
  • La Chiesa di San Leonardo uno degli edifici più antichi nella città.
  • Il Palazzo Maria che fu la casa di Ruggero II
  • L’Osteria Magno che al contrario di quanto possa sembrare dal nome non è un osteria ma la dimora che ospito i Ventimiglia Marchesi di Geraci.
  • Museo Madralisca che offre un importante visione sui reperti archeologici della zona.

Curiosità

Cefalù è molto famosa per lo Shebert Festival ossia la sagra del gelato. Un festival che per 3 giorni propone ai suoi visitatori gelati di ogni tipo ma oltre a gustarli, i visitatori, possono cimentarsi nella loro creazione seguiti da alcuni dei chef più importanti e famosi in questo campo. Sono tantissimi gli eventi che si susseguono in questi giorni e tutti riguardano il dolce freddo più amato al mondo.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *