ponza

Un’isoletta, Ponza è solo un’isoletta, e più pronuncio questo nome e più la trovo magnifica.

Che poi di Ponza io mi ricordo il tramonto, e non del sole che va giù, ma di quell’ora che annuncia la sera, e le stradine che affacciano sul porto si riempiono di gente, e chi si affanna per cena o per l’aperitivo, e chi corre a casa che tanto è vacanza ma corre lo stesso, e chi si ferma a guardare gli orizzonti magnifici.

Ponza è un’isoletta del Tirreno a due passi da Roma, raggiungibile dai porti di Anzi o di Terracina. Lì accanto a lei, le altre isole Ponziane, la bella Palmarola, Gavi e Zannone.

Le spiagge

Spiaggia di Frontone

E’ la spiaggia più famosa dell’isola e anche la più frequentata. Si raggiunge facilmente con i taxi boat, sono diverse le compagnie che fanno questo servizio e i collegamenti sono frequenti. E’ una spiaggia ampia e c’è un bar molto carino in cui è possibile fermarsi per fare aperitivo.

Chiaia di Luna

Si raggiunge attraverso un tunnel lungo un centinaio di metri, ha un bellissimo colore giallastro datogli dal tufo.

Cala Feola

E’ una delle mie preferite, il mare ha un meraviglioso color turchese, la sabbia ghiaiosa. Si raggiunge facilmente via terra. E’ molto piccola, quindi spesso la troverete affollata… ma che importa? La vista ripaga di ogni sacrificio.

Cala del Core

Che nome buffo eh? Si chiama così perchè la sua roccia ha la forma di un cuore che addirittura sembra trafitto e perdere sangue. Questa spiaggia si raggiunge solo via mare. Qui trovate anche la Grotta del Core.

Cala Felce

Si trova a nord di Ponza e da qui si può vedere Gavi, una delle isole minori. Si chiama così per le sue numerose piante di felce. Anche questa è raggiungibile solo via mare da Cala Fonte.

Cala Gaetano

Solo scogli per Cala Gaetano e un bel po’ di scalini da fare prima di arrivare. Ne vale però sicuramente la pena, una volta arrivati giù avrete d’avanti un vero e proprio paradiso terrestre!

Bagno Vecchio

E’ il piccolo museo di Ponza, qui infatti è possibile trovare alcuni resti archeologici di una piccola necropoli romana.

Chiaia dell’Acqua

Il nome le è dato da una piccola fonte d’acqua. Si raggiunge facilmente a piedi, è forse l’unica spiaggia di Ponza dove è possibile avere il sole fino al tramonto.

Dove mangiare

L’Oresteria di Oreste Romagnolo

Una tappa obbligata a Ponza è L’Oresteria di Oreste Romagnolo, in Piazza Pisacane. Oreste è un cuoco bravissimo e simpaticissimo, il locale caratteristico! Ha un solo problema: crea dipendenza!

Dove divertirsi

Terrazze Chiaia di Luna

Anche questa è un’ irrinunciabile tappa dall’aperitivo al dopo cena. Una location bellissima, l’aperitivo è buono e si beve bene, la gente è carina e occhio: tra addii al nubilato e al celibato potrebbe diventare molto pericolosa!

Ponza è stata per me un porto sicuro in un cui approdare quando avevo tutte le ragioni per affogare. Ci sono stata più volte, e l’ultima è quella che porto nel cuore. Ho deciso di andarci con un’amica all’improvviso, proprio il tempo di una toccata e fuga, e mi ha riaperto il cuore. Ci tornerò e lì so che troverò sempre quel pezzettino di cuore che vi ho lasciato.

 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *