Monterosso al Mare è un vero gioiello della bella Liguria

Pochi conoscono la Liguria. Pochi la amano. È una terra difficile, ma se si ha voglia di scoprirla esistono bellissimi posti. Come Monterosso al Mare e le Cinque Terre. Oggi vi indico 4 mete artistiche da non perdere!

Monterosso al mare

Monterosso al Mare è un piacevole borgo ligure, uno dei più famosi, per via della bellezza del territorio, che cade a strapiombo sul mare. In questo luogo è facile “perdersi” tra i vicoli che caratterizzano il centro storico, dove verrete inebriati da profumi antichi, come quello del pane appena sfornato. Altra caratteristica sono i negozietti e le cantine che si snodano in strade strette, che passano da residenze molto curate, come quella appartenuta a Eugenio Montale.

Cosa visitare a Monterosso al Mare?

Comincio con la Chiesa di San Giovanni Battista. Venne completata nel 1307, come testimoniato da un’iscrizion sulla colonna. La chiesa è in tipico stile gotico, caratterizzata dalla sua facciata marmorea. Troneggia il rosone centrale, con numerosi decori. Al suo interno la Chiesa è suddivisa in tre navate che si restringono mano a mano che si arriva all’ingresso. Il campanile è stato costruito nel 1400 sull’antica torre medievale.

L’Oratorio della Confraternita dei Neri

Proprio dietro la Chiesa di San Giovanni Battista ritroviamo questo oratorio, che si presenta in tipico stile barocco. All’interno si trova una statua raffigurante Sant’Antonio Abate, che molto probabilmente era posta nella Chiesa che un tempo era dedicata al Santo. L’oratorio venne costruito nel 1500, da un movimento laico, nato durante la Controriforma.

Il convento dei Cappuccini e la Chiesa di San Francesco

Questo complesso si trova su una collina ed è raggiungibile percorrendo una scalinata. Venne costruito a partire dal 1619, anche se nel corso degli anni ci sono stati numerosi interventi di modifiche e di restauri. Il convento passò ai Capuccini nel 1894, anno durante il quale Don Giuseppe Policardi acquistò la struttura. La facciata della Chiesa è decorata da pietre locali. La Chiesa è formata da una sola navata e gli altri interni sono lignei. È possibile ammirare un dipinto che raffigura la Crocifissione, molto probabilmente realizzato dal pittore fiammingo Van Dick. Poco lontano dal convento è possibile ammirare la statua bronzea di San Francesco.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *