Valle D'Aosta

Oggi vi parlo dell’inverno e della Valle D’Aosta

Quando scelsi di visitare la VALLE D’AOSTA a febbraio di 4 anni fa, i motivi che mi hanno fatto prendere questa decisione sono stati fondamentalmente 5. Oggi li voglio condividere con voi per farvi innamorare di questa terra forse poco apprezzata e poco considerata, ma che ha veramente tantissimo da offrire.

Andar per castelli

Ce ne sono molti da ricordare. Personalmente ne ho visitati due: il Castello di Fenis e il Castello di Issogne.

Il primo è considerato il maniero più importante della Valle d’Aosta, privo di funzione difensiva quindi costruito per dimostrare al popolo il potere della famiglia Challant.

Il secondo è stato costruito nel centro del paese di Issogne ed è un castello signorile, costruito su tre piani,

affacciato su un bel giardino. In entrambi i casi è possibile richiedere la visita guidata.

Visitare Aosta senza muovere la macchina

Aosta è una città molto carina e piccolina che si presta bene ad essere visitata anche con poche ore a disposizione.

E’ possibile raggiungerla con un mezzo innovativo ed ecologico, attraverso la comoda cabinovia Pila-Aosta che in pochi minuti catapulta i turisti all’interno del centro storico senza utilizzare l’auto.

Un consiglio quindi è quello di raggiungere la località di Pila in macchina. Questa località può essere definita una terrazza naturale che permette di godere di una vista strepitosa sulle cime più importanti delle Alpi (Monte Bianco, Cervino e Monte Rosa) e poi da lì ammirare il viaggio in cabinovia fino ad Aosta.

Salire sul Monte Bianco

 

Il Monte Bianco divide la Francia dall’Italia. Arrivando in Località La Palud, distante circa 3 km da Courmayeur, proprio in prossimità del confine è possibile intraprendere un percorso chiamato la Funivia dei Ghiacciai. Questo percorso permette sia di raggiungere la cima del Monte Bianco con i suoi quasi 5000 metri d’altitudine, sia di varcare il confine.

E’ suddiviso in tappe: io, personalmente, sono scesa alla prima tappa, dove si trova anche il rifugio Pavillon, a circa 2200 metri d’altitudine, dove vengono proposti piatti tipici della cucina  valdostana e una vista spettacolare sui monti innevati.

Fotografare le cascate di ghiaccio

Per godere di questo scenario fantastico bisogna recarsi in frazione Lillaz, poco distante da Cogne. Seguendo le indicazioni, attraverso boschi e natura incontaminata si arriva ad un punto in cui appare davanti agli occhi un muro ghiacciato, lì dove in estate si possono ammirare cascate alte 150 metri. L’immagine è veramente molto suggestiva complice anche il silenzio circostante.

Rilassarsi alle Terme

Le più famose sono sicuramente quelle di Prè-Saint Didier. Un complesso storico che rende famoso questo paesino poco distante da Courmayeur. La bellezze delle terme si percepisce già dall’esterno, quindi fuori magari il termometro segna -10 gradi e trovi persone in costume a fare l’idromassaggio all’aperto.

Ho soggiornato in Valle d’Aosta per 5 giorni a febbraio, ma sono molto incuriosita di visitarla anche nel periodo estivo con le sue bellissime passeggiate tra i monti. Anche l’autunno mi incuriosisce con il folliage, o in primavera con i prati in fiore…insomma…credo sia bellissima in ogni stagione. Voi cosa ne pensate?

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *