georgia

Georgia, sospesa tra Asia e Europa …

…Oggi vi porto in Georgia, l’ho visita in autunno. Il clima non è molto diverso dal nostro, ma ciò che trovo affascinante è come su ogni balcone o piccolo giardino vi siano piante di cachi. Questi magnifici frutti arancio che colorano la città di Kutaisi, una città antichissima che a più riprese ha giocato un ruolo fondamentale nella storia della Georgia.

La storia di Kutaisi

Fu tra i centri più importanti dell’antica Colchide, famosa per essere stata la destinazione di Giasone e degli Argonauti in cerca del Vello d’Oro. Poco distante dal centro troviamo il Monastero di Gelati; Patrimonio dell’Umanità UNESCO, fondato dal re Davide II detto “il Costruttore” nel 1106 come centro della cultura cristiana e accademia neoplatonica. Resterei ora ad ammirare gli interni della Cattedrale tanto sono coloratissimi e sgargianti…

La cattedrale di Bagrati

Uno dei simboli della città di Kutaisi, è sulla cima della collina di Uk’imerioni. La cattedrale di Bagrati, costruita nei primi anni dell’XI secolo, durante il regno di Bagrat III, da qui il suo nome.
La cattedrale, dapprima inserita e riconosciuta come patrimonio UNESCO, a seguito delle ingenti opere di restauro, ha perso il titolo. Sulla collina si ammira Kutaisi … tra la nebbiolina e un pallido sole autunnale, abbiamo il piacere di sentire un concerto improvvisato da parte di musici e cantori girovaghi.
Il popolo gergiano pare molto chiuso e un po’ orso, ad un primo impatto, per poi scoprirne subito dopo la disponibilità e bontà d’animo.

Uplistikhe

Proseguo il tour alla volta città troglodita di Uplistsikhe, la traduzione dal georgiano è “Fortezza del Signore”. Costruita su un alto banco roccioso sulla riva sinistra del fiume Mtkvari, la fortezza mostra la stratificazione architettonica di varie epoche, così ci racconta la guida. Io vado su e giù per quello che mi sembra un monte di roccie levigate dal tempo con bizzarri buchi che ancora contengono gigantesche anfore da vino, non mi stupisce il sapere che fu un centro pagano molto importante.

Tbilisi

Ma ecco che arrivo alla fascinosa capitale della Georgia. Tbilisi oggi è un importante centro
industriale, commerciale e socio/culturale. Situata strategicamente al crocevia tra Europa e Asia, lungo la storica “Via della Seta”. Ne sono affascinata poichè fino ad ora ho visto paesi e città che posso paragonare al nostro sud Italia più  antico, qui la metropoli frizzante e piena di vita mi accoglie in tutta sicurezza e ne scopro negozi modaioli, vie di locali per happy hour, cantine aperte fino a tarda sera delle quali approfitto per una degustazione di vino e grappa. Ah forse non vi ho detto che la Georgia ha anche un importante produzione vitivinicola con cantine all’avanguardia in strumentazione e tecnologia.

Abanotubani

Sulla città aleggia sempre un odore persistente, sarà per le terme …
Abanotubani non è solo un pittoresco quartiere con un percorso pedonale che porta fino alle cascate della sorgente, ma soprattutto un complesso termale sulfureo di bagni arabi sotterranei. Un fascino storico quello di queste terme, sono infatti il punto da cui ha preso origine il nome della città e si narra che furono frequentate anche da Alexandr Dumas, non dovrete pensarci due volte. Scegliete i Bagni Reali, dotati di vasche private, per vivere appieno il relax, sulla pulizia però non ci farei molto conto, in fondo non dimentichiamo che noi milanesi ne abbiamo un’idea diversa ahahaha!!!
Una città di contrasti forti, un popolo con tanta voglia di crescere e affermarsi, un paese che corre veloce verso il futuro.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *