L’isola galleggiante che ogni tanto si spiaggia.

Quando soffia il vento rotea nel lago di Posta Fibreno, in Ciociaria, un’isola galleggiante.
Non è una diavoleria moderna, ma una meraviglia già attestata nella Naturalis historia di Plinio il Vecchio.
Oggi il fenomeno è meno evidente: nei periodi di bonaccia, la vegetazione dell’isola si radica sulle sponde ed è necessario l’intervento della forestale a recidere quei tentacoli perché l’isola torni a muoversi.

Il belvedere di Posta Fibreno

Dall’alto l’isola non si nota: dal belvedere del Borgo di Posta Fibreno, infatti, il lago sembra quasi un fiume che con grandi anse traccia un letto a forma di sette.
Di notte, è una chiazza di buio fra le luci dei paesi intorno.
Di giorno, è un miracolo blu che sovrasta il giallo dei canneti circostanti.
Diversissima è la prospettiva per chi ne raggiunge le sponde.
Terra e acque si contendono la stessa area: il prato improvvisamente si apre in una bolla d’acqua, un rigagnolo si assottiglia fino a sparire nel lago, una sorgente germoglia sotto i piedi.

 

I sentieri natura attorno e nel lago di Posta Fibreno

I percorsi da intraprendere sono numerosi.
Anche i più pigri potranno godere, ad esempio, del breve sentiero Puzzillo, un ponte di legno sopraelevato che permette di inoltrarsi fra i canneti, le sorgenti e il lago, guardando senza essere visti, esplorando senza danneggiare l’ecosistema.
Il frastuono intorno non ha nulla di umano: sono anatre che si tuffano a trovar cibo, sono nutrie che nuotano rumorose, sono pesci che saltano dal lago al cielo.
Una fauna fra le più varie popola infatti il lago di Posta Fibreno, grazie anche alla scarsa antropizzazione delle sue coste.
Rade imbarcazioni non turbano la pace del luogo: più che navi sono “naui”, dalla caratteristica forma allungata, e canoe.

Che magia

Impossibile sottrarsi alla magia del luogo, al fascino delle sorgenti, al tintinnio delle fonti, alla piacevolezza della riserva intera.
Il lago di Posta Fibreno è un luogo incantato, da visitare assolutamente. Si va per la curiosità dettata dalla sua isola galleggiante, ma, quando si arriva, saranno le altre delizie del luogo a rubarci il cuore.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *