valencia

Un weekend a Valencia è sempre un’ottima idea. Perché? Le ragioni sono tante, ma vogliamo elencare le 5 più importanti a nostro avviso.

Senza dubbio, il capoluogo della Comunità Valenciana è una delle città più interessanti di tutta la Spagna, nonché la terza per grandezza e importanza.

Valencia è unica e affascinante, perché racchiude in sé tantissima storia e non solo. Grazie al suo importantissimo porto sul Mar Mediterraneo, Valencia è da sempre uno dei centri più importanti d’Europa per quel che concerne il commercio marittimo, tanto che nel 1283 venne istituito il Consolat del Mar e, pochi secoli dopo, iniziarono a nascere degli istituti bancari il cui compito era proprio quello di finanziare le attività mercantili.

Che Valencia sia una città di mare nel cuore lo si capisce appena ci si mette piede. Del resto, partirono proprio da qui i finanziamenti che permisero a Cristoforo Colombo di partire alla scoperta delle Americhe. Un centro importante e ricco, come dimostra la bellissima Lonja de la Seda, un edificio gotico che nacque per ospitare le attività mercantili e che è stato inserito nella lista dei monumenti patrimonio mondiale dell’Umanità UNESCO.

Ma Valencia non è solo mare e affari, ma anche arte e cultura. Non tutti lo sanno, ma proprio qui venne stampata la prima Bibbia in lingua neolatina.

Le nostre 5 ragioni per un weekend a Valencia

Ma veniamo al dunque e passiamo alle 5 ragioni per prenotare un weekend a Valencia. La prima cosa da sottolineare è che l’aeroporto si trova a circa 9 km dalla città ed è ben collegato con essa anche con i trasporti pubblici! Molti sono i voli low cost che partono da diversi aeroporti italiani per Valencia e questo permette di organizzare una bella vacanza anche se si ha a propria disposizione un budget molto ridotto.

Questo potrebbe essere, senza dubbio, uno dei motivi principali per visitare Valencia, ma ce ne sono tanti altri ed è bene elencarli.

Centro storico di Valencia

 

 

 

 

 

 

 

Il centro storico di Valencia da solo potrebbe valere il viaggio. Qui si trovano delle bellezze architettoniche di rara bellezza, nonché importanza. Impossibile non rimanere a bocca aperta! Il consiglio qui è di camminare e perdersi tra i vicoli e vicoletti, ma senza perdersi i luoghi cardine della zona.
Il giro dovrebbe cominciare proprio con la visita della bellissima Cattedrale dell’Assunzione di Maria, che si trova in  Plaça de l’Almoina. Qui sono due le cose da non perdere: il Sacro Graal che sembra essere conservato nell’apposita cappella, e la Torre El Micalet che permette di avere una splendida visuale su tutta la città.

Tante le piazze, come  Plaça de Toros o Plaça de la Reina da non perdere nella ciutat vella, così come è imperdibile il Palacio del Marques de Dos Aguas.


Plaça del Mercado

Anche qui è impossibile non venire. Questo è il centro della tradizione culinaria valenciana e si trova ogni sorta di leccornia. Non è possibile non rimanere estasiati e colpiti dagli odori e dai colori che si respirano. Dai salumi al pesce, qui ogni cosa profuma di Spagna e di tradizione. Una chicca abbastanza singolare è che, nella piazza adiacente, si trovano tanti localini che cucinano per voi quello che acquisterete nel mercato. Da qui, poi, un salto alla bellissima Lonja de la Seda è d’obbligo!

Ciutat de les Arts i les Ciències

 

 

 

 

 

 

 

 

Non vorrete andare a Valencia senza vedere uno dei più grandi capolavori di Calatrava! Una visita alla Ciutat de les Arts i les Ciències è obbligatoria, soprattutto perché è una cosa che si può fare anche con i più piccoli.
Si tratta di un complesso architettonico con all’interno cinque differenti strutture, in cui ci sono delle esposizioni che riguardano arte, scienza e natura. La peculiarità del centro è che sorge sul vecchio letto del fiume Turia, che attraversa la città.

All’interno della città ci sono le seguenti strutture:
El Palau de les Arts Reina Sofía: creato per la promozione di tutte le arti sceniche.

L’Hemisfèric: qui si trova un bellissimo planetario dove vengono proiettate immagini cinematografiche in formato IMAX su uno schermo di quasi 900 metri quadri. La forma dell’edificio richiama un occhio umano.

L’Umbracle: edificio che ospita un parcheggio su due piani per automobili e pullman con una passeggiata superiore nota come Paseo de las Esculturas.

Parco oceanografico di Valencia: un enorme acquario, tra i più grandi d’Europa, che ha ha al suo interno tutti i differenti habitat marini di mari e oceani e più di 40.000 specie diverse.

Museo delle scienze Principe Felipe: questo è un museo scientifico interattivo, la cui forma ricorda quella di uno scheletro di un enorme dinosauro.

Il Pont de l’Assut de l’Or: il punto più alto della città.
L’Ágora: una bellissima piazza coperta in cui si svolgono degli eventi sportivi.

Il mare di Valencia

 

 

 

 

 

 

 

 

Passare una giornata al mare è imprescindibile. La Playa de Malvarrosa aspetta tutti noi turisti che arriviamo in città. Molto bello il lungomare, costellato di splendide case, locali e ristoranti, spazi per fare sport e molto altro ancora.

La paella

Si può pensare di andare a Valencia senza mangiare la paella valenciana? Assolutamente no! Sono tante le specialità culinarie che rappresentano la città ma, senza dubbio, questa è la principale. Tantissimi i posti, sia in città che al mare, dove gustarla. Basta scegliere quello più adatto alle proprie esigenze e alle proprie tasche.

 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *