Benvenuti a Tavullia, terra di piloti e di motori.

Dopo tanto ammirare i fasti del passato e le meraviglie della natura, è strano stupirsi per qualcosa di recente, anzi recentissimo.
C’è una passione che si fa strada, si fa terra, si fa paese: è la passione per le moto e per Valentino Rossi, che ne è l’emblema.

Prima l’uovo o la gallina?

Tavullia ama le moto perché il compaesano Valentino Rossi si è fatto tanto onore o Valentino Rossi è diventato il grande pilota che tutti conoscono perchè è vissuto in ambienti così propizi?

Si può invocare il determinismo geografico: le curve dolci delle colline marchigiane e di quelle romagnole così vicine stimolano alla corsa.
Oggi ancor di più, visto che la scuola per piloti di Valentino Rossi richiama campioni da ogni parte d’Italia.


Il numero chiave è il 46.

Si accede a tavullia tramite un lungo viale alberato. Su ogni tronco campeggia una bandierina con quel numero.
Una gigantografia del popolo giallo e di Valentino Rossi occupa tutto il muro maestro di Tavullia
Addirittura il limite di velocità è stato taroccato: nel centro urbano si va al massimo a 46 km all’ora.
In realtà la parte antica è così ripida e scoscesa che è difficile raggiungere quella velocità, ma c’è una parte moderna che invita a correre.

Il Monumento ai Canadesi- la Linea Gotica

Il territorio comunale di Tavullia, proprio sulla linea gotica, conobbe stragi e distruzione, come testimonia ad eterna memoria un sito monumentale appena fuori dal centro abitato.
Proprio sulla salita che congiunge il nuovo al vecchio borgo c’è il bar pizzeria della famiglia Rossi.

Valentino Rossi: bar e fan club

All’interno ci sono le tute da corsa, i caschi, video con interviste e performance di Valentino.
E per chi volesse riportare un ricordino?
Il Rossi store è nello stesso caseggiato, contiguo al fan club.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *