Partecipare a fiere del turismo in Italia e all’estero è il modo migliore non solo per farsi conoscere, in caso intendiate lavorare nel settore travel, ma anche per scoprire le ultime tendenze e per aggiornarsi.

Anche quest’anno si è appena concluso un evento dedicato all’industria turistica che da sempre suscita grande interesse. Il TTG Travel Experience, che ormai è arrivato alla 55° edizione: si è trattato di un enorme successo annunciato.

Non ci eravamo, anche come operatore, e ve la raccontiamo.

Il TTG Travel Experience è la più importante fiera italiana del settore travel e la più frequentata dai professionisti del turismo nazionali e internazionali. Il 2018 ha segnato la presenza di ben 1500 buyers provenienti da 90 Paesi, con 150 meravigliosi stand a rappresentare altrettante destinazioni nel mondo.

Molto soddisfatto anche il Ministro del Turismo Gian Marco Centinaio, che ha dichiarato: “Sono molto contento, è andata benissimo, questa è una fiera che funziona. Tanti momenti di incontro, tanti operatori che vedono il settore in ripresa, tanti stranieri e questa mi sembra una cosa molto positiva.”

In un clima di condivisione, è emersa dall’industria turistica una domanda di centralità nelle politiche di sviluppo del nostro Paese.

Al contempo, tutti i partecipanti a questo incredibile evento hanno potuto scegliere di partecipare a un ricchissimo carnet di conferenze, workshop, mini-corsi completamente gratuiti, per un totale di 384 eventi da cui trarre indicazioni e informazioni sull’evoluzione della domanda di mercato in Italia e nel mondo.

 

 

Il 2018 ha inoltre segnato una presenza massiccia anche di travel blogger provenienti dall’estero. Il TTG è infatti notoriamente un evento molto blogger friendly. Non solo riconosce questa nuova figura professionale, ma organizza spazi interamente dedicati ai blogger. Come una grande Blogger Lounge nella quale potersi riposare o dove lavorare in tranquillità, sfruttando la connessione Wi-Fi gratuita e le stazioni di ricarica per cellulari e laptop.

Fiore all’occhiello di questa manifestazione è l’evento “Meet your blogger“.

Si tratta di una sorta di “speed dating“: ai blogger che hanno superato la selezione viene messo a disposizione uno spazio in determinati orari. Ognuno potrà fissare 12 appuntamenti da 10 minuti per conoscere operatori del settore, Enti del turismo e agenzie di viaggi, così da individuare insieme le migliori soluzioni per presentare al pubblico una determinata destinazione o un servizio.

E’ possibile accedere al TTG Travel Experience unicamente mediante una pre-registrazione completamente gratuita da effettuare tramite il sito ufficiale della manifestazione. Una volta stampato il badge da visitatore, basterà presentarsi all’ingresso per superare i necessari controlli di sicurezza.

Per coloro che non abbiano la possibilità di effettuare la registrazione o di stampare il proprio badge, vi sono svariate postazioni all’ingresso, con membri dello staff pronti ad occuparsi dell’intera procedura, mettendosi a disposizione dei visitatori.

 

 

L’accesso a TTG Experience include inoltre la possibilità di visitare anche il SIA Hospitality Design, che ha esaltato il made in Italy dell’accoglienza in un salone dedicato all’hotellerie, e il SUN Beach&Outdoor Style, che ha confermato ulteriormente un settore in ascesa.

TTG, SIA e SUN guardano ad un settore economico in crescita il tutto il mondo, così come in Italia, dove il 2018 è stimato in crescita dell´1,3% dei pernottamenti, del 2,7% gli arrivi e del 3,7% per quanto riguarda la componente estera. Ma è un mercato che muta velocemente: alla Fiera di Rimini è stato annunciato che il mercato digitale turistico in Italia è arrivato a conquistare un quarto del valore complessivo del mercato travel complessivo e vale 14,2 miliardi (+8% rispetto al 2017).

Le novità proposte dal settore quest’anno sono molte e davvero interessanti. Secondo i risultati di un recente sondaggio, il 73% dei viaggiatori spenderebbe una cifra irrisoria per usufruire di un servizio che garantisca di trovare il proprio bagaglio in caso di smarrimento. Ed ecco che al TTG un’azienda ha proposto la possibilità di acquistare un servizio di tracking del bagaglio, con prezzi a partire da 1€.

Tra le ultimissime tendenze, il glamping, che già aveva timidamente fatto capolino nella scorsa edizione.

In esposizione tante tende di vario livello per questo “camping di lusso“, tra cui una struttura arrivata dal Sudafrica, di ben 40mq, completamente arredata e dotata di ogni comfort. Il boom del glamping si deve anche a blogger e influencer su Instagram: non è solo camping di lusso ma anche un modo diverso di fare turismo all’aria aperta, slow ed attento alla natura.

Il TTG non è soltanto una manifestazione per addetti ai lavori, ma anche per tutti coloro che amano viaggiare. Si tratta infatti di una incredibile passeggiata attraverso tanti Paesi nel mondo. Dalla nostra Italia, sempre meravigliosa, che proponeva ai visitatori addirittura piccole lezioni su come preparare i tortellini, alla Repubblica Ceca, che ha deliziato gli ospiti con degustazioni di birra e stuzzichini.

 

 

 

In ogni stand è possibile raccogliere materiale di interesse, relativamente a una specifica destinazione, farsi dare consigli dagli esperti per preparare l’itinerario per le prossime vacanze, ma anche usufruire di sconti-fiera. Sono infatti moltissime le agenzie che propongono pacchetti a prezzi scontati, o che approfittano del TTG per lanciare nuovi, interessantissimi tour.

La prossima edizione del TTG Travel Experience 2019 è già fissata per il 9-10-11 ottobre 2019, come sempre alla fiera di Rimini.

 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *