macchiaioli

800 in collezione. Dai Macchiaioli a Segantini” è una mostra che esce dalle collezioni private italiane per entrare nelle sale del Castello di Novara.

“800 in collezione. Dai Macchiaioli a Segantini” sono 80 opere che raccontano un’arte italiana dell’Ottocento di altissimo livello. “800 in collezione. Dai Macchiaioli a Segantini” ci racconta le tante tematiche che gli artisti italiani, in Italia o all’estero, hanno affrontato nel corso dell’Ottocento.

A organizzarla è METS Percorsi d’arte, in collaborazione con la Fondazione Castello di Novara, il Comune di Novara, l’ATL della Provincia di Novara e tanti enti.

Una mostra, fino al 24 febbraio 2019, che era stata preceduta da un piccolo evento dedicato all’artista divisionista piemontese Angelo Morbelli (insieme alla Galleria d’Arte Moderna Giannoni di Novara e al Museo Francesco Borgogna di Vercelli) con un confronto dossier tra il famoso dipinto “Per ottanta centesimi!” e una tela inedita sullo stesso tema, intitolata “Risaiuole”. Come in quell’evento l’attenzione era posta sul contesto culturale e agricolo del territorio, dove la produzione di riso di qualità è un’eccellenza a livello europeo e mondiale, anche in “800 in collezione. Dai Macchiaioli a Segantini” si raccontano territorio, storia e vita di artisti importantissimi come Giovanni Fattori, Gerolamo e Domenico Induno, Giacomo Favretto, Telemaco Signorini, Emilio Longoni, Angelo Morbelli, Silvestro Lega, Tranquillo Cremona, Daniele Ranzoni, Giuseppe De Nittis, Giovanni Boldini, Federico Zandomenighi, Medardo Rosso, Emilio Longoni, Giuseppe Pellizza Da Volpedo, Gaetano Previati, Giovanni Segantini e molti altri.

View this post on Instagram

Il riso, re dei cereali, ha un legame profondo con Novara e il Novarese. Il tema della vita in risaia, delle mondine al lavoro, della cultura agricola è caro alla pittura di artisti come Angelo Morbelli, il cui capolavoro “Risaiuole” è tornato visibile ad aprile, dopo cent’anni, in occasione di “Vita in risaia”, anticipazione della mostra “Ottocento in collezione. Dai Macchiaioli a Segantini”. ¦ 🎨Angelo Morbelli, Risaiuole, 1897, olio su tela, collezione privata ¦ #ottocentoincollezione #mostra #angelomorbelli #novara #volgonovara #volgopiemonte #artemoderna #storiadellarte #riso #risaie #pittura #ottocento #collezioni #collezionismo #divisionismo #artisti #pittori #colori #tela #oliosutela #dipingere #l4l #f4f

A post shared by METS Percorsi d'Arte (@mets_percorsi_arte) on

800 in collezione. Dai Macchiaioli a Segantini

a Novara offre la straordinaria occasione di vedere opere inedite, opere studiate e approfondite con analisi diagnostiche. Opere premiate in grandi esposizioni internazionali e mostre e poi scomparse (fino ad oggi). Opere che raccontano, in otto sezioni, il Risorgimento nazionale tra epica e cronaca, l’Italia delle regioni (scene di città ed episodi di vita contadina), la varietà del paesaggio italiano, il quotidiano familiare della nuova borghesia, gli italiani a Parigi e la Maison Goupil, le suggestioni dall’esotico, il tema del lavoro e la nuova sensibilità ai risvolti sociali, concludendo con uno sguardo oltre il reale. Non si seguono correnti o movimenti, “800 in collezione. Dai Macchiaioli a Segantini” racconta un secolo d’arte con tutte le sue caratteristiche.

Una mostra che va vista e gustata, questo “800 in collezione. Dai Macchiaioli a Segantini“, per trovare delle chicche: non è facile vedere una grande tela a pastello (di Boldini) perfettamente conservata, nè scoprire che “Petalo di Rosa” di Segantini custodisce misteriosamente (forse, chissà!) l’opera “Tisi Galoppante” di Emilio Longoni!

Info, orari e prezzi su www.metsarte.com, prenotazione visite guidate contattando www.turismonovara.it

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *