Marina Bay a Singapore

Quando si parla di Sud-Est asiatico, viene naturale pensare in primis a luoghi ricchi di storia – spesso anche travagliata – come Cambogia, Vietnam o Thailandia, ma la città-stato di Singapore è una meta imperdibile.

Spesso la si considera solo uno scalo durante un lungo viaggio e le si dedica uno o due giorni massimo, eppure, seppur piccolina, ha tanto da offrire e si adatta a tutti i gusti.

Ecco allora i 5 motivi per cui vale la pena dedicare almeno qualche giorno a Singapore.

Visitare Singapore: Chinatown

Perché Singapore è una tappa immancabile del Sud-Est asiatico

1. La modernità

Importante centro finanziario, Singapore è nota proprio per il suo essere moderna e all’avanguardia.

Basti pensare al famosissimo Marina Bay Sands, il resort composto da tre edifici uniti dallo SkyPark, una terrazza panoramica a forma di nave, dov’è presente la scenografica piscina a sfioro Infinity Pool.

O anche all’Helix Bridge, il ponte pedonale che riprende la forma elicoidale del DNA e che, con i suoi 280 metri, è un capolavoro di ingegneria e design.

Ma, dato che modernità non vuol necessariamente dire zero natura, i Gardens By The Bay sono un enorme giardino tropicale futuristico di 101 ettari in pieno centro, composti da tre diversi parchi, tutti conservati in ambienti bioclimatici ed ecosostenibili.

La vista del Supertree Grove colpisce al cuore: giardini verticali a forma di alberi alti tra i 25 e i 50 metri e contenenti un’infinità di piante, a cui, grazie a pannelli fotovoltaici, è assicurata l’indipendenza energetica. E quando si fa sera, con i magici giochi di luce che li illuminano si fatica a staccare gli occhi da qui.

Il Merlion di Marina Bay a Singapore

2. La multiculturalità

In quanto paese relativamente nuovo, Singapore non ha una popolazione autoctona ma è composta per lo più da cinesi, indiani, malesi che si sono trasferiti. Una multiculturalità che è diventata la sua forza: camminando per le sue strade si incontrano persone provenienti da tutto il mondo, che convivono pacificamente.

E così, sempre passeggiando, capita anche di trovare due templi di religioni diverse confinanti. Massimo simbolo di apertura e pace.

Due templi di religioni diverse a Singapore

3. L’organizzazione

Singapore è un paese efficientissimo, con un ottimo sistema di trasporto e massima pulizia (aiutata dalla minaccia di multe salate anche solo per aver gettato qualche cartaccia per terra).

La puntualità non si nota solo negli spostamenti ma in generale in tutti i servizi al cittadino. Se un appuntamento è fissato per le 9 in punto state pur certi che a quell’ora inizierà.

Attenzione, però! Una volta abituati a questo, sarà difficile tornare ai costanti ritardi in burocrazia, trasporti, e chi più ne ha più ne metta, dell’Italia.

4. La sicurezza

Singapore è un’ottima scelta anche per tutte le ragazze che vogliono viaggiare da sole senza pensieri. Si può stare tranquille a camminare in strade poco frequentate anche nelle ore più buie. Il tasso di criminalità di questo paese, infatti, è davvero bassissimo.

Arab Street a Singapore

5. Le orchidee

L’orchidea è il fiore simbolo di Singapore e al National Orchid Garden – all’interno del giardino botanico – è conservata la più grande collezione al mondo di questo splendido fiore.

Amanti dei fiori o meno, non si può rimanere indifferenti davanti alla lussureggiante esposizione di ben 60.000 orchidee, di cui oltre 2.000 sono ibridi. Un vero tripudio di forme e colori, in cui inebriarsi con il loro profumo.

Marina Bay Sands di Singapore

Il parco di Haw Par Villa a Singapore

E voi siete già stati a Singapore o siete pronti a partire? 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *