Fuochi d'artificio a Napoli
Capodanno a Napoli

La città di Napoli è una delle mete più gettonate nel sud Italia per le festività di Natale e Capodanno. Non è infatti necessario acquistare costosi biglietti per divertirsi. Buona parte della città organizza eventi totalmente gratuiti. Il Capodanno a Napoli si festeggia per strada, al centro, in piazza del Plebiscito e sul Lungomare Caracciolo.

Ma non solo: diamo insieme un’occhiata a eventi e tradizioni locali per festeggiare al meglio il nuovo anno!

Capodanno a Napoli: cosa aspettarci

Ci sono davvero tante cose interessanti da vedere a Napoli. Se ne avete la possibilità, vi consiglio di restare in città per qualche giorno, così da poterla esplorare. Vi godrete l’atmosfera festiva e gli addobbi natalizi che ancora abbelliscono i palazzi storici e i vicoli stretti.

Prevedere che tempo farà è sempre più difficile, a causa del riscaldamento globale che scombussola le stagioni, ma a Napoli in genere il clima non è mai eccessivamente freddo. Per andare sul sicuro, dal momento che la maggior parte dei festeggiamenti per il Capodanno si tiene all’aperto, è consigliabile vestirsi a strati e mettere in valigia una maglietta e un paio di leggings termici. Non ingoffano e vi terranno comunque al caldo. Infilate in borsa anche un impermeabile pieghevole: in caso di pioggia potrebbe essere difficoltoso aprire un ombrello in quanto le feste di piazza sono sempre molto affollate!

La zona migliore nella quale alloggiare a Napoli se volete godervi i festeggiamenti per il nuovo anno senza dovervi preoccupare di auto o parcheggio, è quella circostante Via Medina. Da qui potrete arrivare comodamente a piedi sino al porto, a Piazza del Plebiscito e a via Toledo, l’antica strada dello shopping in cui si mescolano negozi antichi e quelli più moderni.

 

Brindisi a Napoli

 

Le tradizioni napoletane da seguire

I napoletani sono, per loro stessa ammissione, abbastanza scaramantici. Per propiziare l’arrivo di un nuovo anno fortunato, eseguono a Capodanno una serie di piccoli gesti e riti scaramantici che mescolano folklore e scaramanzia.

In genere mangiare le lenticchie allo scoccare di mezzanotte è un rituale assolutamente immancabile. Le lenticchie rappresentano abbondanza (in genere di denaro) e si accompagnano con cotechino o zampone. E’ per questo che sono sempre presenti nel menù di tutti i ristoranti e locali per veglione in Campania.

In molti Comuni della provincia (ma anche in tanti quartieri di Napoli) si usa gettare dalla finestra oggetti vecchi e rotti. Perché? Per abbandonare tutto ciò che è inutile o che ci trattiene dal raggiungere i nostri obiettivi. Questa tradizione, che si è rivelata piuttosto pericolosa, è andata negli anni scemando. Ha lasciato il posto per un altro “metodo infallibile” per esorcizzare un anno particolarmente difficile. Chi ha un caminetto o una stufa in casa avvolge il calendario dell’anno appena terminato con alcuni giri di spago e poi lo dà alle fiamme!

Un altro auspicio di buona fortuna a Napoli per Capodanno è indossare biancheria intima rossa. In genere è usanza regalarsela a vicenda, almeno tra amici e familiari più stretti.

 

Fuochi d'artificio a Napoli

 Dove festeggiare all’aperto… gratuitamente!

Proprio come lo scorso anno, è stata riconfermata la formula vincente per deliziare turisti e residenti con tanti eventi completamente gratuiti e all’aperto. Il Capodanno a Napoli è in piazza, con ben cinque palchi posizionati tra Piazza del Plebiscito e il Lungomare Caracciolo.

Se lo scorso anno il tema è stato la denuncia sociale contro ogni forma di razzismo, con l’esibizione di artisti molto amati dal pubblico come Sal Da Vinci, James Senese, Franco Ricciardi, 99 Posse e La Maschera, è probabile che anche per il Capodanno 2019 ci si possa aspettare una tematica più o meno simile. Il tema è infatti molto sentito in città, soprattutto per via dei malumori seguiti a una serie di offese piuttosto pesanti rivolte ai napoletani in svariati stadi, nel corso di partite di calcio svoltesi negli ultimi mesi. Il Comune di Napoli tuttavia non ha ancora rilasciato notizie ufficiali in merito ai nomi degli artisti che si esibiranno quest’anno.

Castel dell’Ovo sarà inoltre illuminato a festa, grazie a un meraviglioso spettacolo pirotecnico sul mare, che dovrebbe durare all’incirca 30 minuti.

Qualora venisse riconfermata in toto la formula vincente del 2018, i giovani (e perché no, anche i meno giovani) potranno divertirsi ballando fino alle prime luci dell’alba in zona Lungomare. Set di musica dance e house, in una enorme festa animata dai più famosi dj della città.

 

Visita al museo

 

Gli eventi culturali a Napoli

Capodanno a Napoli significa anche concedersi una serie di interessanti eventi culturali organizzati in vari punti della città, in musei e palazzi storici.

Il Giardino Pensile di Palazzo Reale è stato riaperto in tempo per i festeggiamenti, con un’installazione artistica del maestro giapponese Uemon Ikeda. Il palazzo, che affaccia sul mare, è stato completamente avvolto con del filo rosso.

Il biglietto d’ingresso al Giardino Pensile e al Palazzo Reale, con visita guidata, costa 8€.

Palazzo Zevallos Stigliano ha invece organizzato una mostra di straordinaria bellezza, gratuita per tutti i clienti della banca Intesa San Paolo (il biglietto intero costa 5€), con meravigliose opere del Seicento in Europa. Tra dipinti di pittori fiamminghi e opere della collezione privata dei principi Colonna di Stigliano spiccano nomi come Rubens, Van Dyck e Ribera.

Il PAN, Palazzo delle Arti di Napoli, ospita invece una mostra sull’artista olandese Escher, dal 1 novembre 2018 al 22 aprile 2019: l’ingresso è gratuito ed è possibile entrare anche alla domenica.

Al Castel dell’Ovo inoltre è stata organizzata l’anteprima mondiale della mostra “I De Filippo, il mestiere in scena“. Si tratta di una importantissima mostra dedicata alla famiglia De Filippo, con oltre 70 costumi di scena (tra cui quelli del fortunatissimo “Natale in casa Cupiello“), locandine, copioni, foto e video inediti. Il biglietto d’ingresso costa 10€ e la mostra è aperta anche di domenica.

Se invece siete fan di Klimt, nella Basilica dello Spirito Santo a Napoli è prevista una meravigliosa mostra immersiva, la Klimt Experience. Aperta anche nel weekend, resterà a Napoli fino a inizio febbraio 2019. I biglietti per gli adulti costano 13€.

 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *