Montagnana, in provincia di Padova, è una città molto particolare, che deve la sua fama alla conservazione quasi originale delle mura che la circondano.

La città si trova circa alla stessa distanza da Padova e da Verona, posizione che nei secoli , fino al 1405 quando si consegnò a Venezia, la rese molto importante dal punto di vista strategico. 

montagnana-1

A Montagnana si trovano resti di ville e sepolcri di epoca romana, e diverse chiese e monumenti che la rendono un ottimo luogo per intraprendere un piccolo viaggio nel tempo.

Le mura si conservano oggi più o meno come quando furono erette, tra il XIII e il XIV secolo, circondano tutta la città e sono dotate di 24 torri, tra cui le più alte, quelle angolari, sono alte 19 metri.  Nei merli si possono ancora osservare i fori nei quali si inserivano le coperture per i soldati, che all’occorrenza le aprivano per gettare pietre sugli avversari o le chiudevano per ripararsi dagli attacchi. Tutto intorno alle mura correva un fossato difensivo.

Oltre all’affascinante spettacolo offerto da questa costruzione, entrando nella città troviamo altri luoghi di interesse storico e artistico: ad esempio il monumento simbolo di Montagnana, la Rocca degli Alberi, incastonata nel lato occidentale della cinta muraria. Commissionata da Francesco da Carrara, allora signore della città, risale agli anni ’60 del 1300.

montagnana2

Tra il 1431 e il 1502 venne invece costruita la Cattedrale di Santa Maria Assunta, che ospita varie opere di interesse artistico come la Trasfigurazione di Paolo Veronese, del 1555.

Altre due chiese di sicuro interesse sono quella dedicata a Sant’Antonio, la più antica, e San Francesco.

Infine, ogni anno, la prima domenica di Settembre, appena fuori le mura si svolge il Palio dei 10 Comuni, dove dieci fantini si contendono la vittoria, seguendo un percorso tortuoso.

Sul sito del Comune di Montagnana  troverete mote indicazioni utili per formare un vostro itinerario o seguirne uno consigliato, e molte altre informazioni per muovervi al meglio all’interno della città.

Da non perdere!

montagnana-3

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *